Recensione Soundcore Liberty Air: ispirate alle Airpods, ma non chiamatele “tarocche”

Oggi parliamo di cuffiette true wireless, e in particolare delle Liberty Air, prodotte da Soundcore, azienda figlia di Anker. Queste cuffiette sono fra le molte alternative economiche in questo campo e cercano di fare breccia nel mercato con una forma allungata in stile Airpods, ma non sono comunque da considerare un plagio.
Estetica a parte, sono un prodotto valido? Scopritelo nella recensione!

|Scheda tecnica

Queste Soundcore Liberty Air hanno un buon comparto hardware, a partire dalla connettività Bluetooth 5.0, che garantisce una connessione molto stabile e la possibilità di allontanarsi dal dispositivo al quale sono connesse fino a 10 metri.

Sono inoltre provviste della cancellazione del rumore uplink a doppio microfono, che riduce i rumori di fondo in chiamata. Sempre parlando di telefonate, è interessante che queste ultime siano riprodotte in stereo su entrambe le auricolari.
Da non dimenticare è anche il fatto che le auricolari sono resistenti agli shizzi ed al sudore secondo la certificazione IPX5.

Attenzione però, perchè stiamo parlando di cuffiette in-ear, con i gommini per intenderci, che non tutti amano.
Sono peró comode e leggere ed in confezione sono presenti 4 tipi di gommini tra i quali è molto probabile che troverete quelli che fanno per voi.

|Custodia

Soffermiamoci ora sulla custodia, che oltre a contenere le cuffiette funge anche da ricarica, tramite i pin magnetici posti sul fondo.
È più grande di quella delle Airpods, ma è comunque comoda da trasportare ed in tasca non si fa sentire, visto il peso di 55 grammi.
Può contare su una chiusura magnetica robusta, come lo è d’altronde l’attacco magnetico delle cuffiette, che sono molto facilmente riponibili all’interno della e non escono mai dal loro alloggiamento.
Un’altra chicca di questo case sono i 3 led che indicano la carica residua posti sul fronte, che si accendono per pochi istanti ogni qualvolta lo apriamo o lo chiudiamo. Purtroppo non c’è da fare molto affidamento su di essi, poiché mi sono capitati degli incidenti più di una volta, dovuti proprio all’incongruenza fra la carica residua effettiva e quella indicata.

Un altro problema riscontrato é il fatto che le cuffie, una volta inserite all’interno della custodia scarica, non si spengono da sole e quindi bisogna provvedere a farlo manualmente (guarda controlli touch).

|Cuffiette

|Audio

Le cuffiette suonano davvero bene, con bassi energici e molto spinti con l’audio al massimo, che permette di farli sentire anche dall’esterno.
L’audio è però aiutato soprattutto dall’incredibile isolamento passivo che offrono i gommini.
Ovviamente vi sconsiglio di tenere due cuffiette all’orecchio per strada, perchè non sentireste nessun rumore ambientale.

|Batteria

Per valutare l’acquisto di un prodotto del genere bisogna ovviamente anche pensare all’autonomia, che in questo caso risulta essere eccellente. Le cuffiette hanno infatti una durata di quasi 5 ore di ascolto musicale con una singola ricarica completa.
Il case di ricarica é un grande valore aggiunto, visto che fornisce circa 3 ricariche complete, portando l’autonomia complessiva a circa 19 ore.
Sempre parlando di batteria sono importanti anche i tempi di ricarica. Parliamo di circa un’ora e venti minuti per la custodia con le cuffiette disinserite e di circa un’ora per le cuffiette.

|Controlli touch

Queste cuffiette vantano delle fantastiche touch, che non includono però il controllo del volume. Le gesture disponibili sono le seguenti:

  • Doppio tap sull’auricolare destro per rispondere o riagganciare una telefonata e mettere in play/pausa la musica
  • Doppio tap sull’auricolare sinistro per attivare l’assistente vocale dello smartphone (anche a schermo spento, previa autorizzazione)
  • Tocco prolungato di 2 secondi sull’auricolare destro per passare al brano precedente o per rifiutare una chiamata
  • Tocco prolungato di 2 secondi sull’auricolare sinistro per passare al brano successivo*
  • Tocco di prolungato di 10 secondi per spegnere manualmente le auricolari

*Contrariamente ai miei colleghi Alberto Giudice di TuttoAndroid e Gesualdo Lo Monaco, non ho riscontrato problemi nel ritorno al brano precedente. Infatti loro non riuscivano a tornare al brano precedente con la gesture, ma ritornavano invece sempre all’inizio del brano in riproduzione. Io invece sono riuscito a tornare al brano precedente senza problemi. Questo problema è probabilmente legato all’utilizzo di Spotify, che sembrerebbe non supportare questa gesture (ma supporta tutte le altre). Io non ho utilizzato Spotify, ma il player musicale di Xiaomi, dove tutte le gesture funzionano perfettamente.

|Cosa ne penso?

Io non sono un audiofilo, come di certo non lo sarà chiunque é intenzionato all’acquisto di cuffiette wireless, che non restituiscono un’esperienza di ascolto pari a quelle cablate.
Queste Liberty Air hanno una buona autonomia, un buon audio, un buon isolamento acustico ed anche un discreto design… Insomma, mi sono piaciute.
Posso definirmi infatti molto soddisfatto di questo acquisto, visto che queste cuffiette sono proprio ció che mi aspettavo quando le ho viste su Amazon.
Le consiglio? Sí.
Soprattutto a chi odia le cuffiette in-ear. Avete capito bene.
Io ho sempre odiato le in-ear perché mi cadevano continuamente dalle orecchie, ma con queste ho avuto la possibilità di ricredermi.
E tutto sommato, per 80€, perché di questa cifra si parla, vale la pena provarle.


Trovate le Liberty Air su Amazon a 79.99€

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...